Weekly Newsalert | Financial Regulatory Outlook

A cura di Fabrizio Cascinelli, Mario Zanin e Silvia Brezigia

Normativa nazionale – Emergenza Covid-19

Termine misure temporanee introdotte a seguito della pandemia

Comunicazione Banca d’Italia 

Banca d’Italia, ha pubblicato il 1° marzo 2022 la “Comunicazione della Banca d’Italia. Termine delle misure temporanee introdotte a seguito della pandemia in materia di: i) Coefficiente di copertura della liquidità (LCR), Buffer di conservazione di capitale (CCB) e Pillar 2 Guidance (P2G); ii) esclusione di alcune esposizioni verso le banche centrali dal calcolo del requisito di leva finanziaria”.

Con detta Comunicazione Banca d’Italia dispone – in coerenza con quanto deciso dalla BCE per le banche significative – il termine delle misure temporanee di flessibilità relative al rispetto di alcuni istituti prudenziali, adottate nel 2020 per mitigare l’impatto del Covid-19 sul sistema bancario e finanziario italiano.

La mancata proroga di tali misure temporanee (che erano destinate alle banche meno significative e agli intermediari non bancari vigilati) è dovuta al superamento delle esigenze straordinarie legate alla pandemia, alla situazione complessiva del sistema bancario e finanziario italiano e al miglioramento del quadro congiunturale.

Nello specifico, l’Autorità dichiara che:

  • il 15 marzo 2022 terminerà la misura temporanea in materia di liquidità, che ha consentito alle banche meno significative di operare con un coefficiente di copertura della liquidità (LCR) inferiore al 100%;
  • il 31 dicembre 2022 terminerà la misura temporanea in materia di buffer di capitale, che ha consentito alle banche meno significative e agli intermediari non bancari di operare al di sotto del CCB e/o della P2G; e
  • solamente fino al 31 marzo 2022 le banche meno significative potranno escludere dalla misura dell’esposizione complessiva utilizzata per il calcolo del coefficiente di leva finanziaria alcune esposizioni verso banche centrali.

Comunicazione della Banca d’Italia. Termine delle misure temporanee introdotte a seguito della pandemia in materia di: i) Coefficiente di copertura della liquidità (LCR), Buffer di conservazione di capitale (CCB) e Pillar 2 Guidance (P2G); ii) esclusione di alcune esposizioni verso le banche centrali dal calcolo del requisito di leva finanziaria

Normativa nazionale – Libro verde

Libro verde

Consultazione MEF 

Il Ministero dell’Economia e della Finanza(MEF) ha pubblicato, il 25 febbraio 2022, la Consultazione pubblica sul Libro Verde – La competitività dei mercati finanziari italiani a supporto della crescita”.

Si tratta in particolare della consultazione con cui il MEF intende individuare aree della regolamentazione e delle prassi di vigilanza che appaiono particolarmente critiche ai fini della competitività dei mercati nazionali; i risultati di tale analisi saranno raccolti all’interno del “Libro verde relativo alla competitività dei mercati finanziari italiani a supporto della crescita”.

A tal fine, l’Autorità raccoglie i pareri dei portatori di interesse con l’obiettivo di migliorare il Framework normativo e regolamentare applicabile agli emittenti, rendendo efficiente l’accesso e la permanenza delle imprese sui mercati dei capitali, senza diminuire la tutela degli investitori e dell’integrità dei mercati.

Il documento individua le seguenti possibili aree di miglioramento:

  • miglioramento del processo di listing;
  • miglioramento delle condizioni per la partecipazione ai mercati da parte degli investitori istituzionali e retail;
  • valorizzazione delle potenzialità della finanza digitale;
  • modernizzazione del sistema di applicazione delle regole.

È possibile fornire commenti fino al 25 marzo 2022.

Consultazione pubblica sul Libro Verde – La competitività dei mercati finanziari italiani a supporto della crescita

Normativa europea – Antiterrorismo ed embarghi finanziari

Misure sanzionatorie nei confronti della Russia e della Bielorussia

Provvedimenti UE

Si segnala che sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea sono stati pubblicati alcuni Provvedimenti, che hanno ad oggetto le sanzioni imposte dall’Unione europea nei confronti della Russia e della Bielorussia in considerazione della situazione in Ucraina.

Si riportano di seguito alcuni provvedimenti sanzionatori che hanno impatto sul settore bancario:

  • Regolamento (UE) 2022/259 che modifica il Regolamento (UE) n. 269/2014 concernente misure restrittive relative ad azioni che compromettono o minacciano l’integrità territoriale, la sovranità e l’indipendenza dell’Ucraina (pubblicato sulla G.U.U.E del 23 febbraio 2022 e in vigore dal 23 febbraio 2022). Tale provvedimento modifica il Regolamento (UE) n. 269/2014 inserendovi l’articolo 6-ter, che dispone che le autorità degli Stati membri possono autorizzare lo svincolo di taluni fondi o risorse economiche congelati appartenenti a determinate entità-persone fisiche (voci numero 53, 54 e 55 dell’allegato I del  Regolamento (UE) n. 269/2014) o la disponibilità per tali entità di taluni fondi o risorse economiche, alle condizioni che ritengono appropriate e dopo aver accertato che tali fondi o risorse economiche sono necessari per porre termine, entro il 24 agosto 2022, a operazioni, contratti o altri accordi, compresi i rapporti bancari di corrispondenza, conclusi con tali entità-persone fisiche prima del 23 febbraio 2022;
  • Regolamento di esecuzione (UE) 2022/260 che attua il Regolamento (UE) n. 269/2014 concernente misure restrittive relative ad azioni che compromettono o minacciano l’integrità territoriale, la sovranità e l’indipendenza dell’Ucraina (pubblicato sulla G.U.U.E del 23 febbraio 2022 e in vigore dal 23 febbraio 2022). Tale provvedimento prevede ulteriori specifiche ed identificate entità da inserire all’interno dell’elenco di cui all’allegato IdelRegolamento (UE) n. 269/2014 che individua le entità soggette alle disposizioni sanzionatorie previste da quest’ultimo Regolamento (inter alia, congelamento dei fondi, divieto di mettere a disposizioni a tali entità fondi o risorse economiche);
  • Regolamento di esecuzione (UE) 2022/261 che attua il Regolamento (UE) n. 269/2014 concernente misure restrittive relative ad azioni che compromettono o minacciano l’integrità territoriale, la sovranità e l’indipendenza dell’Ucraina (pubblicato sulla G.U.U.E del 23 febbraio 2022 e in vigore dal 23 febbraio 2022). Tale provvedimento prevede ulteriori entità e persone fisiche da inserire all’interno dell’elenco di cui all’Allegato I del Regolamento (UE) n. 269/2014;
  • Regolamento (EU) 2022/262 che modifica il Regolamento (EU) n. 833/2014 concernente misure restrittive in considerazione delle azioni della Russia che destabilizzano la situazione in Ucraina (pubblicato sulla G.U.U.E del 23 febbraio 2022 e in vigore dal 23 febbraio 2022).  Tale provvedimento modifica il Regolamento (EU) n. 833/2014 introducendo tra le altre previsioni, l’articolo 5 bis ove è stabilito il divieto – con specifiche deroghe – di fornire direttamente o indirettamente servizi di investimento ed erogare prestiti al governo e alla Banca centrale russa o chi agisce per essi;
  • Regolamento (EU) 2022/263 recante misure restrittive in risposta al riconoscimento di alcune aree Ucraine e dei conflitti in essere in tale Stato (pubblicato sulla G.U.U.E del 23 febbraio 2022 e in vigore dal 24 febbraio 2022). Tale provvedimento prevede, tra le altre disposizioni, il divieto – con specifiche deroghe – (i) di concessione di finanziamenti, assistenza finanziaria o attività di assicurazione e riassicurazione in relazione a determinati prodotti che arrivano dal Donetsk e dal Luhansk (su cui vige il divieto di importazione); (ii) divieti in tema di acquisto di partecipazioni, strumenti finanziari, finanziamento, e concessione prestiti ai fini di finanziare entità in tali territori;
  • Regolamento (UE) 2022/328 che modifica il Regolamento (UE) n. 833/2014 concernente le misure restrittive in relazione alle azioni della Russia che destabilizzano la situazione in Ucraina (pubblicato sulla G.U.U.E del 25 febbraio 2022 e in vigore dal 26 febbraio 2022). Tale provvedimento, tra le altre previsioni, reca appositi divieti – con le relative deroghe e condizioni – (i) di vendita, fornitura, esportazione, di determinati beni e servizi e il divieto di assistenza finanziaria e finanziamento in relazione agli stessi; e (ii) di concessione di finanziamenti pubblici o assistenza finanziaria pubblica per gli scambi con la Russia o per gli investimenti in tale paese;
  • il Regolamento (UE) 2022/330 che modifica il Regolamento (UE) n. 269/2014 concernente le misure restrittive relative alle azioni che compromettono o minacciano l’integrità territoriale, la sovranità e l’indipendenza dell’Ucraina (pubblicato sulla G.U.U.E del 25 febbraio 2022 e in vigore dal 25 febbraio 2022). Tale provvedimento prevede che l’allegato I (elenco delle entità soggette alle misure del Regolamento n. 269/2014) ricomprenda anche altre categorie generali di persone/entità;
  • il Regolamento di esecuzione (UE) 2022/332 che attua il Regolamento (UE) n. 269/2014 concernente le misure restrittive relative alle azioni che compromettono o minacciano l’integrità territoriale, la sovranità e l’indipendenza dell’Ucraina (pubblicato sulla G.U.U.E del 25 febbraio 2022 e in vigore dal 25 febbraio 2022). Tale provvedimento prevede ulteriori entità e persone fisiche da inserire all’interno dell’elenco di cui all’Allegato I del Regolamento (UE) n. 269/2014;
  • il Regolamento (UE) 2022/334 che modifica il Regolamento (UE) n. 833/2014 concernente le misure restrittive circa le azioni della Russia che destabilizzano la situazione in Ucraina (pubblicato sulla G.U.U.E del 28 febbraio 2022 e in vigore dal 28 febbraio 2022). Tale provvedimento prevede tra le altre disposizioni, l’aggiunta dei paragrafi 4, 5, 6 all’articolo 5 bis ove è previsto il divieto – con le relative condizioni e deroghe – di effettuare operazioni relative alla gestione delle riserve e delle attività della Banca centrale di Russia, comprese le operazioni con qualsiasi persona giuridica, entità o organismo che agisce per conto o sotto la direzione della Banca centrale di Russia;
  • il Regolamento di esecuzione (UE) 2022/336 che attua il Regolamento (UE) n. 269/2014 concernente le misure restrittive relative alle azioni che compromettono o minacciano l’integrità territoriale, la sovranità e l’indipendenza dell’Ucraina (pubblicato sulla G.U.U.E del 28 febbraio 2022 e in vigore dal 28 febbraio 2022). Tale provvedimento prevede ulteriori entità e persone fisiche da inserire all’interno dell’elenco di cui all’Allegato IdelRegolamento (UE) n. 269/2014;
  • la Rettifica del Regolamento (UE) 2022/262 che modifica il Regolamento (UE) n. 833/2014 concernente le misure restrittive relative alle azioni della Russia che destabilizzano la situazione in Ucraina (pubblicato sulla G.U.U.E del 28 febbraio 2022 e in vigore dal 28 febbraio 2022). Tale provvedimento reca la versione italiana del Regolamento in questione, pubblicato sulla G.U.U.E. solo in lingua inglese;
  • la Rettifica del Regolamento (UE) 2022/263 concernente misure restrittive in risposta al riconoscimento delle zone delle oblast di Donetsk e Luhansk dell’Ucraina non controllate dal governo e all’invio di forze armate russe in tali zone (pubblicato sulla G.U.U.E del 1° marzo 2022 e in vigore dal 28 febbraio 2022). Tale provvedimento reca la versione italiana del Regolamento in questione, pubblicato sulla G.U.U.E. solo in lingua inglese;
  • il Regolamento di esecuzione (UE) 2022/353 che attua il Regolamento (UE) n. 269/2014 concernente misure restrittive relative ad azioni che compromettono o minacciano l’integrità territoriale, la sovranità e l’indipendenza dell’Ucraina (pubblicato sulla G.U.U.E del 2 marzo 2022 e in vigore dal 2 marzo 2022). Tale provvedimento inserisce ulteriori entità persone fisiche all’interno dell’elenco di cui all’allegato I del Regolamento (UE) n. 269/2014;
  • il “Regolamento (UE) 2022/355 che modifica il Regolamento (CE) n. 765/2006 concernente misure restrittive in considerazione della situazione in Bielorussia” (pubblicato sulla G.U.U.E del 2 marzo 2022 e in vigore dal 3 marzo 2022). Tale provvedimento prevede una serie di divieti – con le relative deroghe e condizioni – riguardanti il finanziamento indiretto o diretto o l’assistenza finanziaria in relazione a determinati prodotti o servizi (di cui è vietata la vendita, fornitura, trasferimento ed esportazione) connessi a persone fisiche, giuridiche, entità in Bielorussia o per un uso in Bielorussia.

Regolamento (UE) 2022/259 che modifica il Regolamento (UE) n. 269/2014 concernente misure restrittive relative ad azioni che compromettono o minacciano l’integrità territoriale, la sovranità e l’indipendenza dell’Ucraina

Regolamento di esecuzione (UE) 2022/260 che attua il Regolamento (UE) n. 269/2014 concernente misure restrittive relative ad azioni che compromettono o minacciano l’integrità territoriale, la sovranità e l’indipendenza dell’Ucraina

Regolamento di esecuzione (UE) 2022/261 che attua il Regolamento (UE) n. 269/2014 concernente misure restrittive relative ad azioni che compromettono o minacciano l’integrità territoriale, la sovranità e l’indipendenza dell’Ucraina

Rettifica del Regolamento (UE) 2022/262 del Consiglio, del 23 febbraio 2022, che modifica il Regolamento (UE) n. 833/2014 concernente misure restrittive in considerazione delle azioni della Russia che destabilizzano la situazione in Ucraina

Rettifica del Regolamento (UE) 2022/263 concernente misure restrittive in risposta al riconoscimento delle zone delle oblast di Donetsk e Luhansk dell’Ucraina non controllate dal governo e all’invio di forze armate russe in tali zone 

Regolamento (UE) 2022/328 che modifica il Regolamento (UE) n. 833/2014 concernente misure restrittive in considerazione di azioni della Russia che destabilizzano la situazione in Ucraina

Regolamento (UE) 2022/330 che modifica il Regolamento (UE) n. 269/2014 concernente misure restrittive relative ad azioni che compromettono o minacciano l’integrità territoriale, la sovranità e l’indipendenza dell’Ucraina

Regolamento di esecuzione (UE) 2022/332 che attua il Regolamento (UE) n. 269/2014 concernente misure restrittive relative ad azioni che compromettono o minacciano l’integrità territoriale, la sovranità e l’indipendenza dell’Ucraina

Regolamento (UE) 2022/334 del Consiglio del 28 febbraio 2022 che modifica il Regolamento (UE) n. 833/2014 concernente misure restrittive in considerazione delle azioni della Russia che destabilizzano la situazione in Ucraina

Regolamento di esecuzione (UE) 2022/336 del Consiglio, del 28 febbraio 2022, che attua il Regolamento (UE) n. 269/2014 concernente misure restrittive relative ad azioni che compromettono o minacciano l’integrità territoriale, la sovranità e l’indipendenza dell’Ucraina

Rettifica del Regolamento (UE) 2022/262 del Consiglio, del 23 febbraio 2022, che modifica il Regolamento (UE) n. 833/2014 concernente misure restrittive in considerazione delle azioni della Russia che destabilizzano la situazione in Ucraina

Rettifica del Regolamento (UE) 2022/263 concernente misure restrittive in risposta al riconoscimento delle zone delle oblast di Donetsk e Luhansk dell’Ucraina non controllate dal governo e all’invio di forze armate russe in tali zone 

Regolamento di esecuzione (UE) 2022/353 del Consiglio del 2o marzo 2022 che attua il Regolamento (UE) n. 269/2014 concernente misure restrittive relative ad azioni che compromettono o minacciano l’integrità territoriale, la sovranità e l’indipendenza dell’Ucraina

Regolamento (UE) 2022/355 del Consiglio del 2 marzo 2022 che modifica il Regolamento (CE) n. 765/2006 concernente misure restrittive in considerazione della situazione in Bielorussia

Let’s Talk

Per una discussione più approfondita ti preghiamo di contattare:

Fabrizio Cascinelli

PwC TLS Avvocati e Commercialisti

Partner

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.