Copyright: Responsabilità per i gestori delle piattaforme che favoriscono l’accesso a contenuti protetti dal diritto d’autore

“Allo stato attuale del diritto dell’Unione, i gestori delle piattaforme non effettuano essi stessi, in linea di principio, una comunicazione al pubblico dei contenuti protetti dal diritto d’autore che i loro utenti mettono illecitamente in rete. Tuttavia, detti gestori effettuano una comunicazione siffatta in violazione del diritto d’autore se contribuiscono, al di là della semplice messa a disposizione delle piattaforme, a dare al pubblico accesso a tali contenuti” - l'opinione espressa dalla Corte di Giustizia dell’Unione europea.

Prime riflessioni sulla Relazione 2020 dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali

Venerdì 2 luglio, il Presidente dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali, Pasquale Stanzione, ha presentato al Parlamento la Relazione annuale[1] delle attività svolte nell’anno 2020 ed illustrato quali sono i principali scenari che, nel prossimo futuro, si delineeranno in materia di data protection.

Libertà di espressione, piattaforme digitali e cortocircuiti di natura costituzionale

A cura di Oreste Pollicino, Professore ordinario di Diritto costituzionale, Università Bocconi Il tema oggetto di valutazione Il 7 gennaio 2021 è, come qualcuno ha sostenuto con una metafora piuttosto azzardata, l’11 settembre della regolamentazione dei poteri privati del web?…